Spettacolo BELLA CIAO per festeggiare la LIBERAZIONE

Altro | Teatro | Spettacolo - Evento inserito da cti

Indirizzo: via Roma,368 , Bagno a Ripoli

Data: mercoledì 24 aprile 2019

Descrizione

Circolo ARCI LA NAVE A ROVEZZANO
24 aprile ore 21.00
SALUTI ISTITUZIONALI
INGRESSO LIBERO

Con la partecipazione e il contributo del Quartiere 3 l'associazione culturale #CentrodiTeatroInternazionale presenterà
la Prima assoluta
“BELLA CIAO”
Spettacolo intimo di attori e oggetti in un atto breve di Olga Melnik
Anno di produzione: 2018
Idea e Regia: Olga Melnik
Luci: Samuele Batistoni
Interpreti:
André- Davide Papi
Isabella, fidanzata di André - Marina Meoni
Anna, madre di André - Francesca Catarzi
Postina - Gaia Lamantia
La creazione di questa nuova produzione del Centro di Teatro Internazionale è partita dal tema musicale.
La musica è da sempre uno strumento di denuncia sociale e molto spesso le canzoni si sono trasformate in un inno per intere generazioni. Oggi lo slogan “Peace&Love”, lanciato negli anni ’60 dai figli dei fiori, ci fa sorridere, impregnati come siamo del cinismo contemporaneo.
Forse sarebbe però il caso di recuperare un po’ della nostra innocenza, innocenza che ci darebbe la forza di indignarci di fronte alle 33 guerre in corso in questo momento nel mondo.
Abbiamo pensato che una canzone come “Bella ciao” scritta tanti anni fa ci aiuterà ad intonare il tema di questo spettacolo contemporaneo. “Bella ciao” è un canto popolare antifascista italiano, nato prima della Liberazione, diventato poi celeberrimo dopo la Resistenza perché fu idealmente associato al movimento partigiano italiano. Nonostante sia un canto popolare, legato a vicende nazionali, è tuttora noto in molte parti del mondo come canto di ribellione contro gli estremismi filo-nazionalisti e di destra.
La piace parte dallo zoom sulla situazione estremamente intima della quotidianità di una casa, sul rapporto fra Anna e Isabella che rimangono ad aspettare il loro amato figlio/fidanzato André arruolato per partecipare ad un conflitto bellico da cui arrivano poche notizie irregolari e verità oscurate dall'incoscienza. Prosegue mettendo a fuoco il mondo delle immagini oniriche e, qualche volta, la visione incosciente e distaccata della guerra. Invece la guerra entra nella casa, la trasforma, tenta di distruggerla! I legami umani, gli affetti, i sentimenti vengono messi a dura prova … ma resistono e vincono.
Ci auguriamo che le nostre indagini psicologiche sul tema della guerra possano aiutare a non considerare la guerra come qualcosa di remoto o di fatalmente inevitabile. Noi alziamo la nostra voce contro l’odio.
“Peace&Love” non perderà la sua urgenza per noi, neanche oggi.

www.centroteatro.it

 

Pubblicità:

Altri eventi di mercoledì 24 aprile :

Pubblicità:

Posizione sulla mappa

Commenti

Seguici su:
News dai locali:
Eventi in primo piano: