PROGRAMMA 13-17 OTTOBRE 2020

Altro | Concerto | Spettacolo - Evento inserito da elena

leggi recensioni

Indirizzo: Piazza delle Murate , Firenze - Centro Storico

Data: sabato 17 ottobre 2020

Descrizione

PROGRAMMA 13-17 OTTOBRE 2020

Ancora in ottobre, presso il Caffè Letterario Le Murate (Piazza delle Murate 1, Firenze; ingresso libero) si può fruire, oltre del consueto servizio bar e ristorante, di una programmazione regolare di eventi tardo-pomeridiani e serali all’aperto (con spostamento in galleria in caso di maltempo): presentazioni di libri, concerti, spettacoli di danza. Tutto a ingresso libero, nel rispetto della normativa anti-covid: raggiunta la capienza massima consentita, non si potrà entrare finché qualcuno non sarà definitivamente uscito (ingressi contingentati); per questo è consigliabile prenotare allo 055 234 6872. Non si entra senza la mascherina.

Martedì 13 ottobre ore 18 Presentazione del numero di luglio-settembre della rivista «Nuova Antologia» (ed. Polistampa). Introducono Antonio Pagliai e Cosimo Ceccuti. Interventi di Paolo Bagnoli, «La lunga storia di Bruno e Renato Pierleoni», e Francesco Gurrieri, «La cupola di Santa Maria del Fiore a sei secoli dall’inizio della costruzione». Ricordatevi della mascherina e del rispetto delle distanze.

Mercoledì 14 ottobre ore 18 Carlo Pizzati presenta «La tigre e il drone. Il continente indiano tra divinità e robot, rivoluzioni e crisi climatiche» (Marsilio, pp. 448, euro 20); introduce Roberto Marcori. Col suo miliardo e trecento milioni di abitanti, l’India è il convitato di pietra al tavolo delle potenze mondiali. Eppure l’immaginario attorno al subcontinente asiatico sembra rimasto ai tempi di Gandhi: una terra di bramini, pacifica nella sua povertà, divisa in una sistema castale millenario e inscindibile, meta prediletta per cercare sé stessi e le proprie radici spirituali, e allo stesso tempo fonte eterna di manodopera a basso costo. Carlo Pizzati, che in Asia vive da oltre dieci anni, descrive invece una realtà diversa, scissa tra un progresso sociale e tecnologico inarrestabile, una crisi climatica senza precedenti e il riemergere di tensioni religiose all’apparenza superate. Pizzati, giornalista e scrittore, vive in Asia da più di dieci anni. Scrive per la Repubblica e La Stampa. È stato a lungo inviato da New York, Messico, Irlanda del Nord, Buenos Aires, Madrid e Chennai. Già autore di “Report” con Milena Gabanelli su Rai 3, ha condotto “Omnibus” su La7. Autore di romanzi, saggi e reportage pubblicati in diverse lingue, in Italia è uscito da ultimo Tecnosciamani. Tra spiritualità e tecnologia: viaggio ai confini del mondo per curare un mal di schiena cronico (2015).

Giovedì 15 ottobre ore 18 La poetessa Giusy Frisina presenta il romanzo «Non è un caso» di Jacopo Chiostri (Edizioni Giovane Holden); interviene Gianna Consigli, esperta di comunicazione; letture di Amerigo Marchesini, attore. Sarà presente l’autore. Il volume racconta di una giovane rom che sparisce dopo un tentativo di furto nell’abitazione di un noto chirurgo fiorentino in possesso di un dipinto che potrebbe essere il movente di un omicidio avvenuto negli stessi giorni a Firenze. Prospero Gennaro, capo della Mobile fiorentina, indaga sulla vicenda facendo i conti con strane coincidenze e con una potente organizzazione criminale. Il giornalista Jacopo Chiostri, milanese trapiantato a Firenze, città d’origine della famiglia, ha lavorato per La Nazione, Avvenire e Il Sole 24 Ore. Ha pubblicato cinque libri di genere poliziesco: “Cemento…armato”, “Il Segreto del terzo violino”, “L’ultima luna su Firenze” , “Pera Cunca” e la collana di morte, Hash MD5. Chiostri è presidente dell’Associazione Amici delle Giubbe Rosse con all’attivo centinaia di presentazioni di mostre di pittura e opere letterarie.

Giovedì 15 ottobre ore 21.30 Contra Banda! Latin Quartet. Francesco Birardi, l’ormai ben noto medico-musicista da oltre 20 anni attivo col suo gruppo Perfidia di musica cubana tradizionale, in un suo recente viaggio a Cuba ha avuto l’onore di vedere alcune sue composizioni arrangiate, interpretate e incise dal famoso Septeto Nacional, storica formazione, ben nota e amata in tutta l’isola. Entusiasti di questi nuovi brani, i musicisti cubani hanno richiesto al compositore fiorentino una collaborazione che è tuttora in atto.

Forti di questa esperienza, Birardi e il suo gruppo hanno deciso di dar vita a un progetto di musica latina e cubana di loro composizione : brani inediti che pur inserendosi appieno nel solco della tradizione cubana, esprimano nuova vita e nuove sonorità grazie anche all’apporto di musicisti come Luca ImperatoreMarco PoggiolesiPaolino Casu.

Venerdì 16 ottobre ore 21.30 Tommi Agnello & The Giant Tubes. Tommi Agnello: chitarra e voce; Marco Cattarossi: basso;  Enrico Cecconi: batteria. Pop rock e unconventional blues.

Sabato 17 ottobre ore 21.30 dj set w/ #Renton. Fra anni Ottanta e Indie; New Wave, pop-rock. electro, dance.

Pubblicità:

Altri eventi di sabato 17 ottobre :

Pubblicità:

Posizione sulla mappa

Commenti

X feste party locali a firenze