"La città dei lettori"

Altro - Evento inserito da elena

Indirizzo: Via Lisbona, 2 - , Pontassieve

Data: venerdì 18 giugno 2021

Descrizione

Parte da Pontassieve il progetto "La città dei lettori":
rassegna dedicata al libro e alla lettura

"Pontassieve dei lettori", protagonisti della due giorni, il 18 e 19 giugno:

Francesca Melandri, Igiaba Scego, Massimo Carlotto, Laura Imai Messina, Franco Arminio

Firenze, 17 giugno 2021 Il progetto "La città dei lettori", la manifestazione dedicata al libro e alla letteratura parte da Pontassieve con "Pontassieve dei lettori", un doppio appuntamento, il 18 e 19 giugno in piazza Vittorio Emanuele II, per la prima edizione diffusa della manifestazione.

La rassegna, che vede nel motto "Leggere cambia tutto" l'essenza della manifestazione, perché la lettura pone sempre nuovi orizzonti, è ideata e curata dall'Associazione Culturale Wimbledon, con la direzione di Gabriele Ametrano, la collaborazione e il contributo di Fondazione CR Firenze e Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron e il supporto di Unicoop Firenze e IED Firenze - Istituto Europeo di Design.

Si inizia venerdì 18, alle ore 17:30, con Paesaggi letterari, un progetto, a cura di Serena Jaff e Francesca Ciappi, nato per far conoscere i luoghi della città a chi partecipa al festival condotto da guide specializzate e da un autore del programma. L'appuntamento prevede la visita a Palazzo Sansoni Trombetta accompagnata da letture delle storie delle donne eroine, ritratte da Francesco Guerrazzi ne L'assedio di Firenze.

Gli eventi proseguono, alle ore 18:00, con Francesca Melandri e il suo Sangue Giusto (Bompiani), dove lo sguardo della scrittrice attraversa il Novecento e le sue contraddizioni per raccontare il cuore della nostra identità. Nell'occasione l'autrice dialogherà con Igiaba Scego. Avanti poi, alle ore 19:00, con Massimo Carlotto con E verrà un altro inverno (Rizzoli), un romanzo sull'Italia profonda scritto dal maestro del noir, che svela i segreti delle doppie vite e l'inconfessabile ferocia della brava gente. A condurre l'incontro Monica MariniCarlo Boni.

Sabato 19, alle ore 17:00, spazio ai più giovani con Io Leggo! momento dedicato ai bambini e ai ragazzi dai 6 agli 11 anni. L'appuntamento, curato da Teresa Porcella in collaborazione con l'Associazione Scioglilibro, vede al centro la lettura accompagnata dal disegno dal vivo di Una storia senza cliché (Edizioni Clichy), testo nato dalla penna di Davide Calì e con le illustrazioni di Anna Aparicio Català. Si prosegue, alle ore 17:30, con un nuovo incontro con Paesaggi letterari e la visita a Palazzo Sansoni Trombetta accompagnata da letture delle storie delle donne eroine, ritratte da Francesco Guerrazzi ne L'assedio di Firenze.

Al centro della giornata, alle ore 18:00, Laura Imai MessinaLe vite nascoste dei colori (Einaudi): libro dopo libro, l'autrice propone la sua visione unica sul Giappone che ha, come tema centrale, la potenza dell'amore tra due figure indimenticabili, opposte, legate a doppio filo da un nodo di meraviglia che aspetta soltanto di manifestarsi.

La due giorni si conclude, alle ore 19:00, con Franco Arminio Lettera a chi non c'era (Bompiani), dove lo scrittore, partendo dal terremoto del 1980 nella sua Irpinia, recita un rosario della memoria per raccontarci il nostro Paese che trema, si inabissa e sembra non imparare mai dalle proprie fragilità, e che, però, non smette di andare avanti.

"Un orgoglio per la nostra Amministrazione, che 'Pontassieve dei Lettori' sia il primo appuntamento del progetto La città dei Lettori per quest'anno" – dicono la Sindaca Monica Marini e il Vicesindaco Carlo Boni – "Il fatto stesso che Pontassieve abbia un assessorato per la 'promozione della lettura', testimonia quanto per noi sia importante questo aspetto nella vita del nostro territorio. Pontassieve da quest'anno è riconosciuta come Città che Legge e vanta una Biblioteca comunale che può essere considerata cuore pulsante delle attività culturali, con circa 30.000 prestiti l'anno e iniziative pensate per avvicinare grandi e piccoli alla lettura.

Per questo l'essere, con 'Pontassieve dei Lettori', tra i nove Comuni che ospitano i festival del progetto La Città dei Lettori è davvero una grande soddisfazione e ancora una volta vogliamo ringraziare gli organizzatori del festival, in particolare il direttore Gabriele Ametrano, per aver voluto che Pontassieve entrasse a far parte di questo progetto. Siamo fiduciosi che i pontassievesi risponderanno con entusiasmo alla possibilità di incontrare alcuni tra i più apprezzati autori italiani contemporanei, nella piazza centrale del nostro capoluogo, cuore di quella attività culturale che, dopo un anno così difficile, riprendiamo proprio con il festival Pontassieve dei Lettori, che dà l'avvio anche alla ricca programmazione che il Comune sta mettendo in piedi per questa estate e che stiamo ultimando in questi giorni."

La manifestazione è stata pensata e organizzata per consentirne la fruizione in tutta sicurezza. Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito (fino a esaurimento posti – non occorre prenotazione) e sarà garantito il rispetto delle misure anti Covid.

Dopo Pontassieve la rassegna letteraria, che partecipa attivamente e condivide i valori del Patto della Lettura della Regione Toscana e dei Comuni del territorio per la promozione letteraria, prosegue in altre otto tappe toscane fino a settembre, mantenendo comunque il suo cuore a Firenze, a Villa Bardini.

Oltre a essere uno dei primi eventi letterari italiani plastic free, "La città dei lettori" si tinge di verde con il progetto "La foresta dei Lettori" creato in collaborazione con Treedom, che ha l'obiettivo di abbattere la produzione di CO2.

"La città dei lettori" si inserisce nel progetto Piazza Dante. #Festivalinrete che unisce quarantaquattro Festival di approfondimento culturale italiani. Sostenuto dal Comitato Nazionale per le celebrazioni dantesche istituito dal Mibact, Piazza Dante. #Festivalinrete è una delle più importanti iniziative che nel 2021 renderanno omaggio a Dante Alighieri in occasione dei settecento anni dalla morte.

Per ulteriori informazioni www.lacittadeilettori.it

Su FB: La Città dei Lettori

Su IG: @lacittadeilettori #lacittadeilettori

Su LI: La Città dei Lettori

LA RIVISTA "LA CITTA' DEI LETTORI"

La rivista "La città dei lettori" raddoppia la veste editoriale e il 20 luglio esce in libreria con il primo numero cartaceo. Articoli e approfondimenti a firma degli autori e degli amici de "La città dei lettori" che hanno animato le varie edizioni della rassegna letteraria. Racconti di esperienze di lettura, consigli e aneddoti, tutti da sfogliare. Il nuovo progetto accompagna le pubblicazioni online della rivista, che continua a proporre inediti di numerosi scrittori italiani.

https://www.lacittadeilettori.it/rivista/.

IL CROWDFUNDING

Sulla piattaforma Produzioni dal basso prosegue la campagna per sostenere il festival e i progetti a esso legati. "La città dei lettori" sosterrà, inoltre, con parte dei fondi raccolti, due progetti in ambito solidale e sanitario: quello internazionale di Busajo Onlus, con il suo lavoro di educazione e avvio al lavoro dei ragazzi di strada di Soddo, in Etiopia, e la ricerca scientifica e le attività sanitarie di Geca Onlus - Giovani e cuore aritmico onlus - per tutti coloro che sono affetti da cardiomiopatie genetiche che possono portare a morte improvvisa. Un supporto di grande valore che tocca da vicino i ragazzi, ma anche grandi atleti come Davide Astori. Proprio ricordando il giocatore della Fiorentina, a tre anni dalla scomparsa, Wimbledon vuole sensibilizzare tutto il suo pubblico alle buone pratiche.

INFORMAZIONI PER PARTECIPARE

Gli incontri sono stati pensati e organizzati per consentirne la fruizione in piena sicurezza sanitaria. Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito (fino a esaurimento posti e senza prenotazione) e sarà garantito il rispetto delle misure anti Covid. La capienza massima per ogni evento sarà regolata secondo le norme di sicurezza sanitaria in vigore e nel rispetto della salute di tutti i partecipanti. In caso di massima capienza l'ingresso verrà chiuso per mantenere la sicurezza degli ambienti d'incontro. Il pubblico dovrà attenersi scrupolosamente alle indicazioni degli organizzatori: all'ingresso verranno chieste le generalità e un numero di telefono (che sarà tenuto in archivio dall'Associazione Wimbledon APS per quindici giorni e usato unicamente per materia di sicurezza sanitaria); qualora le norme vigenti non indichino diversamente, durante la permanenza agli eventi si dovrà indossare la mascherina e mantenere la distanza dagli altri ospiti.

Pubblicità:

Altri eventi di venerdì 18 giugno :

Pubblicità:

Commenti

X