ECHOIC MEMORIES 13 - 15.09.2019

Concerto | Spettacolo - Evento inserito da elena

Indirizzo: Via Senese 68 , Firenze

Data: domenica 15 settembre 2019

Descrizione

10a EDIZIONE music@villaromana, II parte

Le Memorie in Eco proseguono dal 13 al 15 Settembre, momento in cui verrà celebrato il decennale del festival
music@villaromana con una riunione di molti degli artisti intervenuti nei 10 anni di avventure musicali. Anche in quest'occasione, vi sarà la commissione di una nuova Pocket Opera, elemento centrale della programmazione, affidato alla compositrice canadese Keiko Devaux. Il suo interesse primario consiste nel dare voce all'esperienza emotiva dell'ascolto e in questo senso c'è una forte connessione con la tematica dell'anniversario. Partendo da sorgenti sonore molto contrastanti e dal suo amore per i suoni elettroacustici, Devaux concepirà una forma singolare di “viaggio” all'interno degli spazi della Villa, articolata secondo momenti diversi e una performance mobile, in cui il pubblico verrà guidato dai musicisti alla scoperta di echi nascosti. Il parametro spaziale, ma anche l'esperienza dell'ascolto da parte del pubblico saranno dunque centrali in questa nuova opera composta durante la residenza della compositrice negli spazi della Villa.

Echoic Memories, questo il suggestivo titolo della Pocket Opera, fulcro della 3 giorni di settembre, sarà accostata a nuove installazioni sonore affidate al compositore Alessandro Perini, residente in Svezia e protagonista di numerose performances in Europa e Argentina, e ad una vera e propria Maratona musicale. I protagonisti, in momenti diversi, saranno i virtuosi Manuel Zurria al flauto e Francesco Platoni, primo contrabbasso dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, che proporranno brani in solo di Jacob TV e di Stefano Scodanibbio; lo strepitoso clarinettista Michele Marelli, famoso per la sua collaborazione con Karlheinz Stockhausen e le sue doti di performative, presenterà un brano in prima italiana della compositrice inglese Anna Clyne ed una recente pagina di Marco Stroppa a lui dedicata; a Marelli si unirà poi Francesco Dillon per un'opera appositamente commissionata da
music@villaromana al compositore argentino Oscar Strasnoy, particolarmente apprezzato per i suoi lavori di teatro musicale; sarà poi la volta del poliedrico percussionista Simone Beneventi, con il suo set concepito a partire dal magico Libro Celibe di Giorgio Battistelli, oltre alle sperimentazioni del giovane svedese Johann Svensson, fino a  giungere all'estatico brano di James Tenney per Gong solo che chiuderà catarticamente la rassegna.

Il Quartetto Maurice, ormai facente parte stabilmente del panorama internazionale dei maggiori festival, presenterà l’immersivo Quartetto n. 9 di Georg Friedrich Haas, da eseguirsi nell’oscurità totale, in una indagine sulla percezione che il grande compositore austriaco ha intrapreso ormai da molti anni. Proprio nell'edizione 2013 di
music@villaromana, lo stesso Quartetto Maurice eseguì il Quartetto n. 3 - In iij Noct, e in questa edizione si rinnoverà l'esperienza di ascolto di forte impatto emotivo concepita dall'iconico compositore austriaco. Accanto a questo lavoro, ancora di raro ascolto in Italia, il Maurice proporrà il capolavoro di Helmut Lachenmann Grido, suo Terzo Quartetto, e il nuovo lavoro del compositore romano Giuliano Bracci Tutto chiudi negli occhi, in cui riecheggiano tracce del Mottetto a 5 voci di Josquin Desprez  Nymphes de Bois (1518).
L'elemento più sperimentale e alternativo, verrà rappresentato dal gruppo sloveno Širom, che partendo dalle radici della musica folk del proprio Paese, le unisce in un mix efficace con contaminazioni rock, giungendo ad un tipo particolare di “minimalismo mistico”. Tutti questi sono gli elementi di una grande “festa” musicale che contiene echi delle Memorie delle edizioni precedenti del Festival.


Programma

13 settembre
ore 18
TALK E PRESENTAZIONE DEL LIBRO music@villaromana 2010-2019 IMAGINARY BRIDGES
con Keiko Devaux, Composer in Residence 2019, Stefano Lombardi Vallauri e Elena Abbado, musicologi

ore 19
SOLOS IN ECHO
Marco Stroppa, Il peso di un respiro (2015-2017), per corno di bassetto
Sdoppiato, con pudicizia
Pulviscolante
And sing until he drop
Rintanato
Giorgio Battistelli, Il Libro Celibe (1976), per percussioni
Anna Clyne, Rapture (2012), per clarinetto ed elettronica
Oscar Strasnoy, 13th September 2019 dal ciclo Tage-Buch, per clarinetto e violoncello – PRIMA ASSOLUTA, commissionata da music@villaromana
Henry Purcell, In Nomine (1680), per Ensemble

Michele Marelli, clarinetto, corno di bassetto
Francesco Dillon, violoncello
Simone Beneventi, percussioni
*Pocket Ensemble

ore 20
INAUGURAZIONE
Installazioni sonore di Alessandro Perini

ore 21:30
GRIDO
Giuliano Bracci, Tutto chiudi negli occhi (2018), per quartetto d’archi – PRIMA ITALIANA
Helmut Lachenmann, Quartet n. 3, Grido (2001-2002), per quartetto d’archi

Quartetto Maurice:
Georgia Privitera, violino
Laura Bertolino, violino
Francesco Vernero, viola
Aline Privitera, violoncello

ore 23
PSYCHEDELIC IMAGINARY FOLK

Širom:
Iztok Koren, banjo, banjo a tre corde, grancassa, percussioni, chimes, balafon, oggetti
Ana Kravanja, violino, viola, ribab, cümbüş, balafon, ngoma drum, mizmar, oggetti, voce
Samo Kutin, lira, balafon, basso a una corda, tamburo a cornice, brač, gongoma, mizmar, oggetti, voce


14 settembre
ore 21
POCKET OPERA
ECHOIC MEMORIES
PRIMA ASSOLUTA
musiche di Keiko Devaux, Composer in Residence 2019

*Pocket Ensemble:
Manuel Zurria, flauto
Georgia Privitera, violino
Laura Bertolino, violino
Francesco Vernero, viola
Aline Privitera, violoncello
Francesco Dillon, violoncello
Francesco Platoni, contrabbasso
Emanuele Torquati, tastiera
Simone Beneventi, percussioni

ore 22:30
VOYAGE
Stefano Scodanibbio, Voyage that never ends (1979-1997), per contrabbasso solo

Francesco Platoni, contrabbasso

ore 23:30
IN-THE-DARK
Georg Friedrich Haas, String Quartet n. 9 (2016), per quartetto d’archi

Quartetto Maurice:
Georgia Privitera, violino
Laura Bertolino, violino
Francesco Vernero, viola
Aline Privitera, violoncello

15 settembre
ore 11
DIFFERENT ECHOES
Jacob TV, Suppositions (2015), per flauto solo - PRIMA ITALIANA
1. Peace will come
2. So they tell us
3. Right thing to do
Johan Svensson, One Man Band (2016), per percussioni
Stefano Scodanibbio, N’Roll (2007), per contrabbasso
James Tenney, Swell Piece # 3 (1967), per Ensemble

Manuel Zurria, flauto
Simone Beneventi, percussioni
Francesco Platoni, contrabbasso
*Pocket Ensemble

ore 12
RE-SONATE
James Tenney, Having never written a note (1971), per percussioni

Simone Beneventi, percussioni

Pubblicità:

Altri eventi di domenica 15 settembre :

Pubblicità:

Posizione sulla mappa

Commenti