Maria Amelia Monti è la detective “Miss Marple”

Teatro | Spettacolo - Evento inserito da elena

leggi recensioni

Indirizzo: Piazza Dante 23 , Campi Bisenzio

Data: giovedì 15 novembre 2018

Descrizione

Giovedì 15 novembre alle ore 21.00 presso il Teatrodante Carlo Monni di Campi Bisenzio (piazza Dante Alighieri, 23)

Maria Amelia Monti è la detective “Miss Marple”

sul palco del Teatrodante Carlo Monni

La più famosa detective nata dalla penna di Agatha Christie sale per la prima volta su un palcoscenico in Italia con la simpatia e la bravura di Maria Amelia Monti nello spettacolo “Miss Marple, giochi di prestigio” con l’adattamento teatrale di Edoardo Erba e la regia di Pierpaolo Sepe

Sul palco anche Roberto Citran, Sabrina Scuccimarra, Sebastiano Bottari, Marco Celli, Giulia De Luca, Stefano Guerrieri e Laura Serena

La più famosa detective nata dalla penna di Agatha Christie salirà per la prima volta su un palcoscenico in Italia con la simpatia contagiosa di Maria Amelia Montinello spettacolo “Miss Marple, giochi di prestigio”, commedia contemporanea con l’adattamento teatrale di Edoardo Erba per la regia di Pierpaolo Sepe, in scena giovedì 15 novembre alle 21.00 presso il Teatrodante Carlo Monni di Campi Bisenzio (piazza Dante Alighieri, 23). Prodotto da Compagnia Gli Ipocriti Melina Balsamo, lo spettacolo vede sul palco anche Roberto Citran, Sabrina Scuccimarra, Sebastiano Bottari, Marco Celli, Giulia De Luca, Stefano Guerrieri e Laura Serena.

Adattando il romanzo della scrittrice inglese, Edoardo Erba e Pierpaolo Sepe riescono a valorizzarlo con originalità senza intaccarne l’inconfondibile stile, regalando al pubblico una commedia divertente ma ricca di suspense. Siamo alla fine degli anni ‘40, in una casa vittoriana della campagna inglese. Miss Marple è andata a trovare la sua vecchia amica Caroline, una filantropa che vive lì col terzo marito, Lewis, e vari figli e figliastri dei matrimoni precedenti. Di questa famiglia allargata, fa parte anche uno strano giovane, Edgard, che aiuta Lewis a dirigere le attività filantropiche. Il gruppo è attraversato da malumori e odi sotterranei, di cui Miss Marple si accorge ben presto. Durante un tranquillo dopocena, improvvisamente Edgard perde i nervi: pistola in pugno minaccia Lewis e lo costringe a entrare nel suo studio. Il delitto avviene sotto gli occhi terrorizzati di tutti. Ma le cose non sono come sembrano. Toccherà a Miss Marple, in attesa dell’arrivo della polizia, capire che ciò che è successo non è quello che tutti credono di aver visto. Il pubblico è stato distratto da qualcosa che ha permesso all'assassino di agire indisturbato. Come a teatro. Come in un Gioco di Prestigio.

Dichiara il regista Pierpaolo Sepe – “Da abile conoscitrice della natura umana, Christie ha saputo sfruttare, come nessun altro, la sottile seduzione che l’uomo avverte nei confronti del suo aspetto più letale, dei suoi istinti più cruenti, e se ne è servita per costruire trame che rimangono tutt’oggi capolavori di suspense e di mistero. Ho lasciato libera Maria Amelia di inventare la ‘sua’ Marple, e quel che ne è risultato è un personaggio molto diverso dalla placida vecchina di campagna, come siamo soliti vederla. Questa Marple assomiglia molto di più a quella dei primi romanzi della Christie; più dispettosa, rustica e imprevedibile, ma sempre dotata di quella logica affilata che le permette di arrivare al cuore delle vicende. La vediamo seduta a fare la sua maglia, come chi insegue una linea di pensiero intrecciato su se stesso, per sbrogliare la matassa e ritrovare il filo della verità. Come un fool scespiriano in continuo contrappunto con il resto dei personaggi - indaffarati a inseguire i propri affanni - Miss Marple sottolinea con ironia e leggerezza le ridicole passioni da cui nessuno è immune, restituendoci con sfrontata franchezza la natura umana per quella che è, senza lasciarsi abbindolare dalle maschere che quotidianamente indossiamo per celarla agli occhi degli altri. Le scene, le luci, i costumi e le musiche, concorrono a costruire un thriller cupo e carico di tensione, continuamente alleggerito dall’intelligente e irresistibile ironia di Maria Amelia Monti. Bisogna veramente essere dei grandi prestigiatori per raccontare i Gialli, e dove, se non a teatro - il luogo della dissimulazione per eccellenza - può riuscire il trucco più rischioso di tutti?”

 

La stagione di prosa (consultabile sul sito www.teatrodante.it), continuerà il 1 dicembre con “La classe” spettacolo di Giuseppe Marini con Brenno Placido incentrata sul disagio giovanile.

SERVIZI

Navetta

È disponibile il servizio navetta su prenotazione, da Firenze. Gli spettatori interessati dovranno prenotare entro le ore 17 del giorno dello spettacolo telefonando in biglietteria. Il servizio è offerto grazie alla gentile collaborazione della Fratellanza Popolare di San Donnino.

Fiabe della Buonanotte

Durante lo svolgimento degli spettacoli è possibile usufruire del servizio di baby parking, organizzato in collaborazione con Centro Iniziative Teatrali. Potrete portare con voi i vostri bambini e lasciarli ad un animatore/attore che li porterà nel "Salone delle Fiabe" al terzo piano del teatro e li intratterrà con racconti, fiabe, attività teatrali e ludiche. Il servizio è gratuito e disponibile per bambini dai 3 anni. È necessaria la prenotazione entro due giorni dalla data di spettacolo.

Ufficio Stampa Teatrodante Carlo Monni

XPRESS COMUNICAZIONE

Sara Chiarello 329 9864843

Valentina Messina 327 4419370

xpress.comunicazione@gmail.com

 

Pubblicità:

Altri eventi di giovedì 15 novembre :

Pubblicità:

Posizione sulla mappa

Commenti

Seguici su:
News dai locali:
Eventi in primo piano:
I nostri Articoli
Festa della donna all'Otel: cena servita con strip maschile e discoteca Festa della donna Otel, cena servita per solo donne con spettacolo di strip maschile e a seguire discoteca. L'Otel è il più grande locale di Firenze, ed è sia ristorante che discoteca. A meno di un minuto dall'uscita di Firenze sud. Il locale dispone di un ampio parcheggio, gratuito. vai»