Concerto di inaugurazione Stagione Lirico-Sinfonica 2018/2019

Concerto - Evento inserito da elena

leggi recensioni

Indirizzo: Piazza Dante 23 , Campi Bisenzio

Data: domenica 30 settembre 2018

Descrizione

Concerto di inaugurazione Stagione Lirico-Sinfonica 2018/2019

Domenica 30 Settembre 2018 ore 21.00

Teatrodante Carlo Monni

Piazza Dante, 23 -  50013 - Campi Bisenzio (FI)



Sandro Laffranchini violoncello

Orchestra la Filharmonie - Nima Keshavarzi direttore

PROGRAMMA

B. Bartok: Danze popolari rumene (Aurora Landucci violino solista)

F. J. Haydn: Concerto N.2 in Re maggiore per violoncello e orchestra

W. A. Mozart: Sinfonia N.40 in Sol minore, K.550

Per info e prenotazioni

Tel_055 8940864

E-mail: biglietteria@teatrodante.it


La biglietteria del teatro è aperta dal MARTEDÌ al VENERDÌ dalle ore 17 alle ore 20, il SABATO dalle ore 15 alle ore 19 e un’ora prima dell’inizio degli spettacoli.

Costo dei biglietti

Intero 12 euro

Ridotto 10 euro

Per seguire gli aggiornamenti sull’evento: http://bit.ly/FB-Inaugurazione-20182019

Per scaricare il Press Kit completo: http://bit.ly/Cartella-Stampa-Inaugurazione20182019


L’Associazione Culturale Filharmonie è lieta di poter annunciare la collaborazione con il Teatrodante Carlo Monni di Campi Bisenzio che sarà co-organizzatore della Stagione Lirico-Sinfonica 2018/2019.

Il concerto di apertura della stagione concertistica, patrocinato dal Comune di Campi Bisenzio, dalla Città Metropolitana di Firenze e dal MIBACT, vedrà protagonista un ospite di eccezione: il Maestro Sandro Laffranchini, primo violoncello del Teatro alla Scala.

L’Associazione Culturale Filharmonie si presenta come polo di attrazione e aggregazione per tutti coloro che, a vario titolo, operano nei settori dell’arte, della musica e dello spettacolo. Promuove iniziative che facciano del pluralismo, della trasversalità e della multimedialità – sempre in costante e fecondo rapporto con i valori della tradizione artistico-musicale e più ampiamente culturale - i loro punti di forza.


L’Orchestra Filharmonie
, con i suoi oltre quaranta elementi è il cuore pulsante, la prima ragion d’essere dell’Associazione. L’entusiasmo e la giovane età dei musicisti, tutti al di sotto dei trentacinque anni, si unisce a un profilo professionale già prestigioso, che vanta esperienze con alcune delle più importanti formazioni cameristiche e orchestrali nazionali e internazionali. La Filharmonie affronta flessibilmente la musica sinfonica e cameristica, il teatro musicale, la musica applicata, (p.es. musica per film) e le nuove forme espressive in ambito delle arti figurative (installazioni, video art, etc…).

Nel 2018 la Filharmonie è stata selezionata dal Ministero per i beni e le attività culturali tra le migliori Orchestre Giovanili Italiane.


Sandro Laffranchini
, discendente da una famiglia di musicisti di scuola bresciana, inizia lo studio del violoncello sotto la guida del padre (primo violoncello della Scala dal 1969 al 2005), per poi proseguire al Conservatorio di Milano dove si diploma con lode e menzione d'onore.

Si perfeziona con M. Brunello, con R. Filippini alla Stauffer di Cremona e con T. Demenga alla Hochschule di Basilea. Intraprende il proprio percorso come primo violoncello, dapprima vincitore di concorso all'Accademia di Santa Cecilia a Roma, poi a Milano, primo classificato del concorso di Primo violoncello del Teatro e della Filarmonica alla Scala, ruolo che ricopre tuttora.

Collabora con la World Orchestra for Peace, direttore V. Gergiev, con la London Symphony Orchestra e con l'Orchestra dell'Opera di Zurigo. Come solista ha suonato con l'Orchestra Filarmonica Italiana, di Aosta, Umbria e Siciliana, con la Osaka Symphony, Siberian Symphony di Krasnoyarsk, e con le orchestre da camera della Scala (Archi, Virtuosi e Cameristi).

Nel 2016 ha eseguito le suites di Bach con il corpo di ballo del Teatro alla Scala in tournée in Cina. Ha all’attivo incisioni discografiche con l'Altus trio e dal 2011 ha assunto l'incarico di coordinatore artistico dell'Ensemble del Teatro Grande di Brescia.

Suona un violoncello Carlo Antonio Testore del 1730.


Nima Keshavarzi
è fondatore e direttore artistico e musicale de  la Filharmonie, compagine sinfonica fiorentina, composta dai migliori giovani professionisti del panorama musicale toscano; ha diretto l'orchestra fin dal suo esordio ottenendo un'entusiasmante successo del pubblico e della critica. Si dedica con passione alla lirica quanto al repertorio sinfonico e ha collaborato come direttore assistente con alcuni tra i maggiori teatri italiani ed europei quali Teatro dell'Opera di Roma, Teatro Regio di Torino, Palau de les Arts di Valencia, Teatro Comunale di Bologna, Festival Verdi di Parma, Rossini Opera Festival. Dal 2015, assistente del M° Roberto Abbado, ha collaborato con l'Orquestra de la Comunitat Valenciana e il mezzo-soprano Elina Garança per le incisioni con la Deutsche Grammophon.

Ha diretto, tra le altre, l'orchestra della Fondazione Bulgaria Classica, l'orchestra Symphonia Assai di Bruxelles, l'orchestra sinfonica del Royal conservatory di Bruxelles ed è direttore ospite presso il festival Estate Regina di Montecatini.

Nasce a Isfahan/Iran; studia violino a Teheran presso l'Università Nazionale di Belle Arti e prosegue in Italia, a Firenze, gli studi in violino, composizione e direzione d'orchestra al Conservatorio Cherubini e alla Scuola di Musica di Fiesole. Si specializza in direzione d'orchestra al Royal Conservatory di Bruxelles, all'Accademia Chigiana di Siena e all'Accademia di alto perfezionamento della Hochschule für Musik und Tanz di Colonia.

Negli ultimi anni si è perfezionato con i maestri Zubin Mehta, Donato Renzetti e Roberto Abbado in particolare sul repertorio operistico


Ufficio Stampa La Filharmonie – Francesca Caligaris – T. 3393000910

comunicazione@lafilharmonie.com – www.lafilharmonie.com

Pubblicità:

Altri eventi di domenica 30 settembre :

Pubblicità:

Posizione sulla mappa

Commenti

X feste party locali a firenze