«SE PARLASSI TUTTE LE LINGUE DEGLI UOMINI E DEGLI ANGELI»

Concerto - Evento inserito da elena

Indirizzo: Piazza S.S. Annunziata n. 2 , Firenze

Data: sabato 22 dicembre 2018

Descrizione

ISTITUTO CLEMENTE TERNI

Associazione di cultura e prassi musicale

presenta

SABATO 22 DICEMBRE 2018

ORATORIO DI SAN FRANCESCO POVERINO

Piazza S.S. Annunziata n. 2 – Firenze

Ore 18

«SE PARLASSI TUTTE LE LINGUE DEGLI UOMINI E DEGLI ANGELI»

Concerto del Gruppo vocale Prismatico InCanto

diretto da Fabrizio Bartalucci

in occasione del centenario della nascita di Clemente Terni

con

Aní Simanián, Annarita Dallamarca, Giulia Dini, Cora Mariani, Fabrizio Bartalucci, Giorgio Marcello

Ingresso libero

Presso l’Oratorio di San Francesco Poverino (Piazza SS. Annunziata n. 2 – Firenze; ingresso liberosabato 22 dicembre alle 18 concerto del Gruppo vocale Prismatico InCanto in occasione del centenario della nascita di Clemente Terni, con Aní Simanián, Annarita Dallamarca, Giulia Dini, Cora Mariani, Giorgio Marcello e Fabrizio Bartalucci, che dirige l’ensemble.

Un concerto spirituale per sole voci, interamente a cappella, per celebrare in modo intimo, in questo ultimo scorcio di 2018, due musicisti: Claude Debussy (1862 - 1918), nel centenario della morte; e Clemente Terni (1918 - 2004), in quello della nascita. Il legame tra loro, però, a ben vedere, non è solo cronologico, ma più profondo. Se Debussy è il vero iniziatore del Novecento musicale, con i suoi echi, le risonanze, gli indugi, le preziosità sonore e le armonie-colore, il mondo espressivo e sonoro di Terni, pur nella sua inconfondibile peculiarità, ne è per molti aspetti una prosecuzione. Il programma comprende, oltre ai due autori suddetti anche musiche più antiche, attinenti, e musiche di Fabrizio Bartalucci. Tra queste ultime spicca il ciclo di brani Il Canto della Fenice (formato da: 1. Mi baci; 2. Bruna sono, ma bella; 3. L’anima mia ha sete; 4. O tu che dormi, svegliati; 5. Ricapitolare in Cristo tutte le cose) composto espressamente per questa occasione e dedicato da Fabrizio Bartalucci a Clemente Terni, suo maestro.

«Se parlassi tutte le lingue degli uomini e degli angeli, ma non avessi in me l’amore, sarei come suono di uno strumento che appena nasce muore» (C. Terni, Paolo apostolo, 2003).

Programma:

Claude A. Debussy      Chorus Seraphicus

(1862 - 1918)              inno a 4 voci femminili

Fabrizio Bartalucci      Saint Daniel et Saint Michel

(1961)                         ‘rota’a 5 voci miste             

Gregor Aichinger         Assumpta est Maria

(1564 - 1628)              mottetto a 3 voci femminili

Anonimo                      Laudemus Virginem

(sec. XIV)                   canone a 3, dal Llibre Vermell

Anonimo                      Alta Trinità beata

(sec. XIII)                   lauda, dal Laudario di Cortona

Clemente Terni            O mistero - Alta Trinità beata

(1918 - 2004)              per 5 voci miste

Clemente Terni            Crux fidelis

per coro a 5 voci miste

Guillaume Du Fay                   Ave maris stella

(c. 1397 - 1474)          inno a 3 voci

Fabrizio Bartalucci      Ave maris stella

per coro a 4 voci femm.

Fabrizio Bartalucci      Io sono il pane vivo

per coro a 4 voci miste

Fabrizio Bartalucci      Il canto della fenice (2018)

per 4 voci femminili,  dedicato a Clemente Terni, nel centenario della nascita

I.  Mi baci     / II.   Bruna sono, ma bella / III.   L’anima mia ha sete /  IV. O tu che dormi, svegliati / V. Ricapitolare in Cristo tutte le cose

Clemente Terni    Se parlassi

a 4 voci femminili (da Paolo apostolo)

 

Il Gruppo vocale Prismatico InCanto è sorto a Livorno, nel 2012, per iniziativa del maestro Fabrizio Bartalucci, con il duplice intento di realizzare nuove composizioni per voci sole e far rivivere brani scelti del repertorio antico. È formato da musicisti che uniscono a quelle vocali competenze musicali più ampie. Il debutto del gruppo è avvenuto il 10 aprile 2013, nella IV Rassegna Internazionale di Musica Contemporanea Suoni Inauditi di Livorno. Nel novembre 2013 ha partecipato al III Concorso Polifonico Internazionale Antonio Guanti di Matera vincendo: il 1° premio, il premio speciale «Antonio Guanti» per l’esecuzione dell’Alleluia gregoriano Adorabo e il premio speciale della Associazione Cori della Basilicata per la migliore esecuzione di un brano di autore italiano contemporaneo, ovvero Páter hemôn di F. Bartalucci. Il Gruppo si è esibito spesso in concerto, presentando sovente brani rari o in prima esecuzione assoluta, partecipando sia a Rassegne di musica sacra che di musica contemporanea o barocca. Recente è - nell’anno monteverdiano 2017 - l’esecuzione (in chiave alchemica) delle Canzonette di Claudio Monteverdi. Il repertorio, tutto rigorosamente a cappella e spesso eseguito a parti reali, va dal canto gregoriano ai nostri giorni, includendo sia brani a voci miste che pari.

Fabrizio Bartalucci, compositore e studioso, organista, direttore di coro, ha condotto i propri studi musicali in maniera interdisciplinare, diplomandosi in Pianoforte, Organo e composizione organistica, Musica corale e direzione di coro, Composizione. Tra coloro che sono stati i suoi insegnanti spicca la figura di Clemente Terni. Dal 1983 dirige la Corale Polifonica C. Monteverdi di Castelfiorentino, alla quale ha dedicato molte sue composizioni ed elaborazioni originali. Nel 2012 ha fondato il Gruppo vocale Prismatico InCanto. Dal 1993 insegna all’Istituto Superiore di Studi Musicali P. Mascagni di Livorno, dell’Alta Formazione Artistica e Musicale. Ha pubblicato, oltre a contributi musicologici vari e ad un saggio sugli organi storici della città di Livorno, il testo Teoria della musica, simbolo, numero e bellezza, del quale è uscita nel 2011 la seconda edizione, per la casa editrice umbra Hyperprism. Fa parte dell’Istituto Clemente Terni, di Firenze, associazione di cultura e prassi musicale nata per dare continuità all’esempio e all’insegnamento di Clemente Terni.

Pubblicità:

Altri eventi di sabato 22 dicembre :

Pubblicità:

Posizione sulla mappa

Commenti

X feste party locali a firenze