MIDDLE EST NOW

Cinema | Festival - Evento inserito da elena

Indirizzo: Via Cavour 50/r , Firenze

Data: venerdì 05 aprile 2019

Descrizione

Principali appuntamenti di venerdì 5 aprile:

Al Cinema La Compagnia dalle 15.45
FOCUS: FAIRY TALES FROM THE GULF
Il mondo delle favole attraverso gli occhi dei registi del Golfo Persico

Tra gli altri film in programma alle 18.30 al Cinema La Compagnia
MUSSOLINI’S SISTER di Juna Suleiman che, attraverso i ricordi di un’anziana donna palestinese, affronta temi importanti come razzismo e matrimonio combinato

Alle 21.15 al Cinema Stensen FINDING FARIDEH di Azadeh Mousavi e Kourosh Ataee
storia toccante di una donna che dopo 40 anni parte alla ricerca dei suoi genitori naturali

Alle 18 alla Fondazione Studio Marangoni inaugurazione della mostra “UNTIL WE RETURN”
in cui la fotografa Dalia Khamissy ritrae i rifugiati siriani in LIbano

Alle 19.30 al Cinema La Compagnia spazio alla cucina islamica con la chef, narratrice di storie di cucina e giornalista ANISSA HELOU
che presenterà il suo ultimo libro
“FEAST. FOOD OF THE ISLAMIC WORLD”

Alle 20.30 sempre al Cinema La Compagnia, Flore de Taisne e Edmund Le Brun presentano il progetto ISHKAR
che promuove l’artigianato dei paesi in guerra


Prosegue a Firenze la decima edizione del festival MIDDLE EAST NOW, che venerdì 5 aprile propone un ampio programma di proiezioni, incontri, vernissage e musica.


FOCUS: FAIRY TALES FROM THE GULF riunisce una selezione di film in anteprima europea, scelti da Laura Aimone, in cui registi provenienti da Qatar e Kuwait si confrontano con le fiabe, non solo storie della cultura araba, ma anche favole occidentali viste attraverso gli occhi del Medio Oriente. Il focus si terrà dalle 15.45 al Cinema La Compagnia: Al-Johara (2016) di Nora Al Subai, una cenerentola moderna, resa serva dalla sua famiglia allargata, riceve l’invito a un matrimonio, a cui potrebbe riuscire a partecipare grazie all'aiuto di una vicina di casa eccentrica, per sentirsi almeno per un giorno come la sue bellissime sorelle; Wonderland, a True Story (2011) di Dana Al Mojil, adattamento dei romanzi "Alice nel Paese delle Meraviglie" e “Attraverso lo Specchio” di Lewis Carroll, per una metafora ironica tra la situazione sociale e politica del moderno Kuwait e quella del Paese delle Meraviglie; Muneera (2014) di Oscar Boyson, tratto dal racconto del 1929 dello scrittore kuwaitiano Khalid Al Faraj, storia di una bellissima donna che, temendo di essere sterile dopo il matrimonio, si affida a riti superstiziosi e miracoli per scongiurare la sua disperazione.

Tra gli altri appuntamenti al Cinema La Compagnia: ore 15.30 First Feature (2018) di Bentley Brown che documenta la realizzazione di un lungometraggio da un gruppo prevalentemente femminile, un anno prima della legalizzazione del cinema in Arabia Saudita; ore 17.15 199 Little Heroes- Iraq di Ali Kareem (2018)  documentaro che ritrae un bambini iracheno mentre va a scuola; seguito dalla prima mondiale di Made in Palestine (2019) di Mariam Dwedar, sull’unica fabbrica palestinese che produce la tradizionale e iconica kefiah; alle 18.30 l’anteprima italiana alla presenza della regista di Mussolini’s Sister (2018) di Juna Suleiman, che ci fa entrare nella testa di Hiam, un’anziana signora palestinese di 85 anni di Haifa, per scoprire il suo passato, il matrimonio, la famiglia, il fratello facoltoso dal nome altisonante Mussolini e affrontare grandi temi, come il matrimonio combinato, la solitudine, il declino e il razzismo; ore 20.45 Le fils du jouer(2018) l’ultimo cortometraggio da regista di Carlos Chaine, tra i più grandi attori e autori del cinema e del teatro libanesi; a seguire l’anteprima alla presenza del regista di Heaven Without People (2017) di Lucien Bourjeily su una famiglia libanese finalmente riunita per il pranzo di Pasqua, durante il quale un piccolo incidente risveglia le tensioni latenti tra i parenti; chiude le proiezioni della giornata alle 22.30 la prima italiana di You Only Die Twice (2018), documentario avvincente girato come una spy story, vincitore del premio del pubblico all’ultima edizione di Doc Aviv, in cui il regista israeliano Yair Lev si mette alla ricerca dell'uomo che, durante la seconda guerra mondiale, ha rubato l'identità di suo nonno, vivendo con una famiglia di S.S. e diventando presidente di una comunità ebraica con l’inganno.

Al Cinema Stensen: ore 16.30 replica di Humanity on Trial (2019) di Jonas Bruun, storia di Salam, accusato di traffico di esseri umani mentre era in Grecia per salvare i rifugiati siriani; ore 18 The Cow (1969) di Dariush Mehrjui, film scelto da Asghar Farhadi per il suo “carte blanche” sul cinema iraniano di sempre, storia di Mashti Hassan e del suo amore folle per la sua mucca; ore 21 replica di Carnet de Route a Ispahan (2018) della fotografa franco-iraniana Isabelle Eshraghi, che torna nella città natale Esfahan per osservare la vita quotidiana delle persone, in subbuglio dopo le sanzioni applicate da Trump contro l’Iran; ore 21.15 la prima italiana di Finding Farideh (2017) di Azadeh Mousavi e Kourosh Ataee, storia toccante di una donna che, abbandonato da bambina nel Santuario dell'Imam Reza e adottata da una famiglia olandese, dopo 40 anni parte alla ricerca dei suoi genitori naturali e di sé stessa.


Alle 18 inaugurazione alla FSM Gallery Fondazione Studio Marangoni della mostra “UNTIL WE RETURN” in cui la fotografa Dalia Khamissy ritrae i moltissimi siriani che hanno trovato in Libano rifugio dal feroce conflitto che ha colpito il loro paese e che sperano di tornare presto in patria. Ritratti e momenti di quotidianità svelati con grande intensità artistica: storie di uomini, donne e bambini fuggiti dagli attentati, dalle battaglie, dai rapimenti. Alcuni di loro sono stati gravemente feriti, hanno perso i familiari o le persone amate, altri ancora sono fuggiti perché minacciati o a rischio di essere rapiti. Adesso tentano di costruirsi un’esistenza dignitosa in Libano, dove hanno incontrato condizioni di vita altrettanto difficili ei sognano la fine della guerra e il ritorno in patria, “Until We Return”. Coordinamento del progetto di Alessandra Capodacqua.

ANISSA HELOU, una delle massime autorità in materia di cucina mediorientale, del Mediterraneo e del Nord Africa, alle 19.30 al Cinema La Compagnia presenterà, in conversazione con Silvia Chiarantini, il suo ultimo libro "Feast: Food of the Islamic World" (2018), un ricettario ma anche un trattato gastronomico alla scoperta della cucina islamica, attraverso un viaggio tra i suoi sapori, dalla tradizione fino a oggi. 300 ricette provenienti dalle varie parti del mondo in cui l'Islam si è diffuso, dallo Xinjiang a Zanzibar dal Senegal al Nord Africa, dal Libano alla Turchia, dalla Siria all’Afghanistan.

Alle 20.30 i fondatori del progetto ISHKARCraftmanship from countries at war, Flore de Taisne e Edmund Le Brun, racconteranno come è nata la loro associazione benefica che dal 2016 promuove e valorizza oggetti di altissima qualità, intrisi di storia e originalità, realizzati da artigiani in paesi colpiti dalla guerra. Sullo shop online www.ishkar.com vendono splendidi gioielli realizzati con pietre preziose, scialli di cammello a tessitura fine, complementi d’arredo, tappeti e coltelli, per raccogliere fondi per  aiutare le vittime della guerra, offrendo un’immagine insolita di paesi devastati da anni di conflitti e creando nuove opportunità economiche. Una selezione degli oggetti si può acquistare al pop up shop – con un allestimento ideato del gruppo di architette di Archivio Personale – presente al Cinema La compagnia fino a domenica 7 aprile.

Pubblicità:

Altri eventi di venerdì 05 aprile :

Pubblicità:

Posizione sulla mappa

Commenti

Seguici su:
News dai locali:
Eventi in primo piano:
I nostri Articoli
Capodanno 2020 al Ristorante La Maremma a Firenze A due passi da Santa Croce di fronte al teatro Verdi, in pieno centro storico di Firenze, si trova il Ristorante toscano "La Maremma" uno fra i pochi esercizi storici fiorentini. Dal 1956 punto d'incontro e fucina di antichi sapori e tradizioni. vai»
Capodanno 2020 alla Discoteca Space Space Club è una delle più grandi discoteca di Firenze, situata nel centro storico della città vicinissimo alla stazione ferroviaria Firenze Santa Maria Novella (S.M.N.) vai»
Capodanno Party Tour 2020 - Giro di 3 disco-club: Twenty One, Blue Velvet, Full Up Le discoteche Twenty One, Blue Velvet e Full Up, sono tre storici Disco Club di Firenze, situati molto vicino l’uno dall’altro, nelle centralissima zone di Piazza Duomo e Piazza della Signoria, le zone per eccellenza della Firenze by night. vai»
Cenone di Capodanno 2020 all'Osteria Dei Baroncelli a Firenze Nel centro storico della città potrai gustare i migliori piatti della cucina toscana e Italiana preparati con cura e passione dal nostro bravo chef Costantino. Tutti I prodotti sono freschi, non precotti e rigorosamente preparati nelle nostre cucine ... 350 posti nel cuore della città! vai»
Capodanno Fiorentino al Ristorante Rubaconte € 75,00 Nel cuore di Firenze, c'è il Ristorante il Rubaconte, un'isola tranquilla dove poter trascorrere un'ottima serata all'insegna della riservatezza, del buon umore e dell'ottima cucina. Cenone Fiorentino € 75,00 vai»
Capodanno toscano 2020 alla Trattoria Da Benvenuto Godetevi la serata del 31 dicembre 2019 nel cuore di Firenze, a pochi passi da piazza della Signoria, vivendo la magia del Capodanno 2020 nella splendida cornice del capoluogo toscano. vai»
Raffinato cenone di Capodanno 2020 all'Hotel Brunelleschi in centro a Firenze L’Hotel Brunelleschi, nel centro storico di Firenze a pochi passi da piazza della Signoria, vi affascinerà con due raffinati cenoni realizzati dallo chef stellato Rocco De Santis, presso gli esclusivi ristoranti Santa Elisabetta, ubicato nell'antica torre della Pagliazza, ed i Saloni delle Feste situati al primo piano dell’hotel. vai»
Capodanno 2020 con menù Alla Carta Italo-Giapponese Al Ristorante Biancorosso A due passi dal DUOMO dove ci fu' l'officina di Lorenzo Ghiberti (scultore della Porta di Paradiso) si trova il BIANCOROSSO. Ristorante diverso dal solito dove la cuoca Giapponese unisce i piatti Toscani a quelli Giapponesi creando cosi un Menu' ricco di piatti tipici. vai»
Gran Cenone di Fine Anno 2019-2020 al Ristorante Vecchia Firenze con musica e menù a scelta Il Ristorante VECCHIA FIRENZE propone la cucina tipica toscana con assortimenti di primi fantasiosi, carne sulla griglia ma anche menù di pesce ed una selezione di vini e spumante. Potremo festeggiare insieme il classico cenone con musica dal vivo. vai»
Cenone di Capodanno 2020 al ristorante Bottega Vasari nel centro storico di Firenze La Sala Vasari é la principale della Bottega accoglie i commensali in un ambiente che ricorda il mitico Corridoio Vasariano dai mille volti e ritratti famosi e non, adatta ad accogliere comitive e gruppi. La Saletta Maddalena più intima e privativa. Dedicata all’amante del Vasari, vi accoglie con la sua architettura con volta a mattoncini rossi e pareti in pietra riscoperta. vai»
Capodanno Firenze 2020: Cenoni Eventi e Feste Lo Speciale Capodanno a Firenze 2020 di Firenzenotte: i migliori cenoni, eventi e feste. vai»
X Organizza Festa Firenze