Trasposizioni Acustiche nell’arpa di Viggiano

Concerto - Evento inserito da elena

Indirizzo: 50135 Settignano , Firenze

Data: mercoledì 17 aprile 2019

Descrizione

MERCOLEDÌ 17 APRILE

ORE 21.30

“Trasposizioni Acustiche nell’arpa di Viggiano”

Massimo Duino: mandolino - Luca Bersaglieri: chitarra

Marco Massari: percussioni - Vincenzo Arvia: organetto diatonico

Aperitivo a buffet dalle ore 20.30, concerto ore 21.30

Middle, presso la Casa del popolo di Settignano (via di San Romano 1, Settignano, FI; ingresso libero, tessa ARCI, UISP o Legambiente obbligatoria; info 055697007)mercoledì 17 aprile alle 21.30 si ascoltano “Trasposizioni Acustiche nell’Arpa di Viggiano” (Massimo Duino: mandolino, Luca Bersaglieri: chitarra, Marco Massari: percussioni, Vincenzo Arvia: organetto diatonico), un viaggio acustico ancestrale nell’immaginario musicale lucano: il paesaggio sonoro di comunità rurali “in via di estinzione” in cui, attraverso la musica, si celebra “il mito dell’oltre”.

Le varietà timbriche e armoniche della musica lucana regalano atmosfere semplici e complesse allo stesso tempo, storicizzando presenti liquidi, ed umanizzando luoghi dell’essere. Intorno al 1600, In questi luoghi della Basilicata, si pronunciarono celebri frasi, diventate “storie sonore” e fiabe (vedi la celebre raccolta di Basile) che ancora riverberano nelle menti di chi le ha ascoltate e lette nel corso della sua infanzia. Le tematiche sottese allo spettacolo sono: l’importanza del riferimento, “la memoria”, il bisogno di “appaesamento” in luoghi dove si arriva per forza, per piacere o perché costretti. L’assenza, l’abbandono dei luoghi, il repertorio dei suonatori Viaggianesi itineranti, le piccole orchestrine stanziali, sono parte di questa sintesi musicale compiuta dai quattro musicisti. Attraverso la musica lucana e i suoi archetipi, ci si immerge in simbologie mnemoniche dalle origini comunitarie condivise. Un’ esperienza in cui la musica e le sue sonorità acustiche, fatte di accurate trasposizioni per chitarra classica, mandolino, chitarra battente, organetto diatonico percussioni e voce, testimoniano che nei pochi elementi che costituiscono ogni origine, sono irrilevanti le differenze che ci caratterizzano. In “Trasposizioni Acustiche Nell’Arpa di Viggiano” la musica si fa viaggio, sogno, partenza, assenza e labirinto dell’esistenza, le parole si perdono tra fiabe, miti, ninne nanne e tarantelle. Canti e musiche d’ amore e di festa. Una musica di frontiera che si colloca continuamente sul confine, se non altro per superarlo.

 

“Middle” è un evento musicale nato nel 2017 dall’idea di un gruppo di giovani frequentatrici del circolo, con l’intento di creare uno spazio per dare la possibilità a chi ama la musica di esibirsi. Si svolge all’interno della casa del popolo di Settignano, via di San Romano 1 Fi, il primo ed il terzo mercoledì di ogni mese da gennaio a dicembre. L’evento musicale è accompagnato da un aperitivo a buffet dalle ore 20.30; i gruppi si esibiscono dalle 21.30 alle 23.30. La consumazione è riservata ai soli Soci Arci, Uisp o Legambiente (chi è sprovvisto della tessera può richiederla al bar, compilando l’apposito modulo, al costo di 13 euro).

 

Mandolino Massimo Duino. Allievo di Paolo della Giovanna, Alessandro Di Puccio, Joy de Vito e Simone Solazzo, è uno specialista di musica tradizionale del sud Italia; ha collaborato con Gianfranco Narracci (cantante e percussionista del gruppo Medilatina e Tarantesys) da cui ha appreso le tecniche del tamburello-tammorra, ed ha proseguito lo studio del mandolino sotto la guida di Mimmo Epifani (mandolinista di Eugenio Bennato), poi con il mandolinista Peppo Grasso. Nel 2005 fonda i Kitammorre UFD, con cui partecipa a più festival in Italia e Francia, e in seguito i Lucanìa, con i quali ha inciso il disco “055” suonando in molti festival di musica popolare tra i più importanti. Attualmente ha all’attivo il progetto di musica minimale Margretts, il progetto di musica noise Zeno in Coscienza, il progetto “In Folk e Reduction”, ed ha ideato e creato insieme al chitarrista Luca Bersaglieri il progetto musicale “Trasposizioni Acustiche nell’Arpa di Viggiano”.

Chitarra Luca Bersaglieri, molisano, ha studiato chitarra classica con Fernando Lepri e con Giuliano Balestra (alunno di Pujol e Andrés Segovia), in seguito chitarra jazz e improvvisazione con Gianni Zei, allargando lo studio alla chitarra battente, fondendo le pratiche tradizionali con tecniche derivanti dalla chitarra classica e da quella flamenco. Ha preso parte a numerosi festival di musica popolare in Italia e in Europa. Suona inoltre in varie formazioni punk, reggae e di musica popolare; insieme al mandolinista Massimo Duino ha ideato e creato il progetto “Trasposizioni Acustiche nell’Arpa di Viggiano”.

Percussioni Marco Massari, allievo di Gianfranco Narracci ed elemento dei Kitammorre UFD, dei Lucanìa, di Sanacore, Mezaluna, Margretts, Tetras, In Folk e Reduction e “Trasposizioni Acustiche nell’Arpa di Viggiano”.

Organetto diatonico Vincenzo Arvia, di Alessandria del Carretto (CS), dove inizia a suonare il tamburo a cornice osservando i suonatori locali e accompagnando le tarantelle del paese. All’età di undici anni inizia a studiare chitarra moderna con il chitarrista jazz Umberto Tricca. A fine 2016, a diciotto anni, inizia lo studio dell’organetto diatonico, dapprima avvicinandosi alle suonate del suo paese che si tramandano per tradizione orale e successivamente, grazie al polistrumentista Luca Bannella, si forma sull’esecuzione di brani della tradizione francese. Inizia ad esibirsi nel 2017 coi Lucanìa; poi col “Trio a Soffietto” con Luca Bannella e suo padre Carmelo Arvia e collabora con Enzo Mileo ed Ettore Bonafè. Con Massimo Duino è anche nella formazione “In Folk and Reduction”.

 

https://www.youtube.com/watch?v=Ab5HBXZ6arA

https://www.youtube.com/watch?v=SzUZuPr79qQ

Info: duinomassimo75@gmail.com

Pubblicità:

Altri eventi di mercoledì 17 aprile :

Pubblicità:

Posizione sulla mappa

Commenti