Mother Island [psichedelia] live

Concerto - Evento inserito da elena

Indirizzo: Camelot 3.0 Via Santo Stefano 20/22

Data: venerdì 12 gennaio 22:00 - 01:00

Descrizione

/// VENERDì 12 GENNAIO 2018 \
Mother Island in concerto al Camelot 3.0
via Santo Stefano 20, Prato
// FREE ENTRY \

Mother Island è un luogo surreale, bizzarro e lunatico dove sei musicisti fanno riemergere le loro primordiali influenze. Mother Island è "Un Teatro Magico, Solo Per Pazzi". Mother Island sta tutto negli occhi di chi guarda.

Combo project vicentina che unisce membri di The Secret (Southern Lord Recordings, US), Whales and Aurora (Slowburn Records, RU - Red Sound Records, IT), Oslow , CSCH (Ammonia Records, IT), Godless Crusade (Thirty Days of Night Records, UK) e Vertical (Dischi Sotterranei, IT). Il loro sound è stato descritto come “il caldo torrido della psichedelia westcoastiana filtrato da una lisergica nebbia britannica”; nel progetto finiscono infatti le primordiali influenze di ogni membro, sintetizzate attraverso una personale reinterpretazione del rock visionario degli anni ’60.
A febbraio 2014 i Mother Island entrano all’Outside Inside Studio di Matt Bordin (Mojomatics, Squadra Omega) per la registrazione del primo full-lenght, Cosmic Pyre: 12 tracce registrate interamente in analogico, che vengono rilasciate a gennaio 2015, su vinile, da Go Down Records. A dicembre 2015 la band torna presso lo studio di Matt Bordin per registrare il secondo disco, Wet Moon, che verrà rilasciato ad ottobre 2016 sempre da Go Down Records.

Il 14 ottobre è uscito il secondo album dei Mother Island, dal titolo Wet Moon.
La band vicentina, che l'anno scorso si era distinta grazie all'ottimo esordio con Cosmic Pyre, anche questo uscito per Go Down Records, torna con un disco registrato da Matt Bordin (SquadrOmega /The Mojomatics) che segna una svolta nel percorso psichedelico del gruppo e un avvicinamento a sonorità e composizioni più pop.

Un album che alterna ballate molto sostenute, in cui la voce graffi a e trasporta le chitarre che potrebbero essere state registrate da band come Allah Las o Growlers, a momenti più cupi e psichedelici, come la catartica e liberatoria La Danse Macabre.

Si definiscono malinconici i Mother Island e la loro musica ne esalta gli stati d'animo come la luna piena che si specchia sull'acqua: ecco spiegato il titolo dell'album, frutto di una notte dissoluta passata a vagare in barca tra i canali dopo un concerto a Venezia. Un flusso di coscienza che trasuda esperienze lisergiche e viaggi interiori, in cui la voce di Anita Formilan esorcizza demoni e spettri di un immaginario nero à la Velvet Underground. Il suono che ne esce però è caldo e avvolgente, ammiccante e sensuale, grazie anche al lavoro di produzione di Matt Bordin, che si è avvalso unicamente di strumenti analogici e di un registratore Studer a 24 piste.

LISTEN: motherisland.bandcamp.com/
YT: www.youtube.com/watch?v=VVIsNT1hMyI

#AutonomiaMusicale #Prato #LiveMusic #MusicaLive #Psych #psichedelia #MotherIsland

Per maggiori informazioni: http://www.facebook.com/event.php?eid=1286192928148546

Pubblicità:

Altri eventi di venerdì 12 gennaio :

Pubblicità:

Posizione sulla mappa

Commenti

X