un nuovo spazio per guardare, ascoltare, leggere, dire fare parlare e mangiare.

Borgo Santa Croce 15 r - Firenze - Centro Storico
(Ultimo aggiornamento Mercoledì 07 Dicembre 2011)

Borgo Santa Croce 15 r
Firenze - Centro Storico - Santa Croce
Tel tel/fax 055 2001216
E-mail info@maono.it
www.maono.it


In Borgo Santa Croce un nuovo spazio per guardare, ascoltare, leggere, dire fare parlare e mangiare. Nato da un’idea di Gabriella e Tiziano Carfora  lo spazio ospiterà mostre, incontri  momenti musicali e proporrà buon cibo e vini selezionati, unendo così le passioni dei due fratelli che da Milano sono approdati a Firenze.Tiziano è un musicista che ha collaborato  con tanti artisti e gruppi come percussionista, Gabriella è una restauratrice con studi d’arpa al Conservatorio, conoscitrice di arte moderna e contemporanea, con la quale è venuta a contatto nel corso della professione precedente.

Provenienti da una famiglia di musicisti  hanno viaggiato a lungo per motivi di lavoro e quando si sono riuniti a Firenze hanno deciso di dare vita a un luogo in cui  creare scambi e dibattiti tra giovani artisti, con una particolare attenzione alle arti visive. Dopo avere rilevato l’Enoteca Vinarius hanno pensato a una trasformazione:  non un semplice restyling ma un  cambiamento radicale anche nella scelta del nome e dei contenuti.

Il progetto di  trasformazione di un’ enoteca in galleria con somministrazione è stato affidato allarchitetto fiorentino Giorgio Giuseppe Ferone che  ha focalizzato la progettazione su uno studio approfondito dei bianchi e dei colori chiari, in concomitanza con un light design che possa trasformare il locale e regalare un ambiente galleristico o ludico a seconda del momento e dell’occasione. I corpi illuminanti sono recuperati dalla tradizione e dal modernariato e riadattati e reinventati ,con introduzione di dettagli che si ispirano all’object trouvèe, mentre la composizione viene impostata con spregiudicatezza accostando elementi apparentemente non conviventi. All’interno due installazioni permanenti: una grafica, leggera, ispirata al filo d’erba e modulata anch’essa su trasparenze e colori chiari, mentre la seconda prevede un intervento che parte dal libro di Octavio Paz “La obra desnuda”.

 Maono, che in lingua swahili significa “Visioni”, offrirà ai visitatori una nutrita serie di mostre, incontri e una selezione di volumi d’arte contemporanea(scelti dalla Libreria Brac)  in consultazione per gli ospiti. Una particolare attenzione sarà dedicata al cibo, attraverso una ricerca, curata dagli stessi titolari, di alimenti  di produttori Toscani e Emiliani, da accompagnare con ottime etichette e vini biodinamici. 

Pubblicità:
Foto

MAONO Food/Art Gallery


Eventi MAONO Food/Art Gallery
<<<
Aprile 2014
>>>
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
31 01 02 03 04 05 06
07 08 09 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 01 02 03 04

Immagini MAONO Food/Art Gallery
Commenti