LUNEDÌ 30 LUGLIO

Alla fine del XIX secolo, subito dopo l’Unità d’Italia, migliaia di siciliani attraversarono il mare per cercare fortuna in Tunisia. Inizia così questo racconto: uno dei più recenti capitoli della millenaria storia del Mediterraneo.

h 18:30     Presentazione corto + libro
A cura della Rete Antirazzista
Kif Kif – Siciliani di Tunisia
Progetto per un documentario tra Tunisia e Sicilia
Di Enrico Montalbano in collaborazione con Laura Verduci, durata 9’22

Una storia, due narrazioni, sulla memoria dei siciliani emigrati in Tunisia a ridosso dell’Unità d’Italia. Lo sguardo storico-politico di Fausto Giudice e l’approccio onirico e illustrativo di Marinette Pendola delineano i tratti di una migrazione originale, spesso dimenticata, ma con forti richiami alla contemporaneità. Il cortometraggio fa da apripista ad un progetto documentario in itinere, che guarda agli spostamenti umani, agli attraversamenti, alle migrazioni come “un vento che passa e ripropone. Ricompone mentre muove”.
Vincitore nella categoria “Master” del concorso MEMORIE MIGRANTI  a Gualdo Tadino (PG), Museo dell’Emigrazione “Pietro Conti”, VII edizione (2012).
Vento è un progetto di Enrico Montalbano
progettovento@gmail.com
http://filmvento.blogspot.it/

La presentazione di questo lavoro che è stato realizzato durante dei viaggi realizzati dagli autori in Tunisia è accompagnato dalla presentazione di un libro che è stato per loro fonte d’ispirazione per il loro lavoro:

Appuntamento a la Goulette
Le assenze senza ritorno dei 150.000 emigrati italiani in Tunisia
Di Franco Blandi – Navarro editore

La recente emergenza migratoria dai Paesi del Nord Africa, a cui è stata data ampia eco mediatica, ha di fatto acuito le problematiche nei Paesi di accoglienza, in Italia in particolare, fino al punto di generare veri e propri conflitti sociali nei luoghi di arrivo e conflitti diplomatici tra i diversi Stati dell’Unione Europea.
Appuntamento a La Goulette di Franco Blandi nasce dalla volontà di voltare lo sguardo al passato e ripercorrere un periodo storico che ha visto migliaia di italiani emigrare verso le coste della Tunisia a partire dalla metà dell’Ottocento. Una storia di migrazione poco conosciuta, testimonianza emblematica di integrazione pacifica, che ha dato vita a una comunità di italiani cattolici e tunisini musulmani, in uno scenario di vivace cosmopolitismo. Dopo i primi spostamenti di toscani, veneti, liguri, calabresi e pugliesi, il primato in termini di numeri e di permanenza sul luogo spettò ai siciliani, che insieme ad altri connazionali occuparono la zona costiera de La Goulette. Ancora oggi i siciliani vengono ricordati nel quartiere chiamato Petite Sicile, dove vissero fianco a fianco con la popolazione autoctona.
In un momento storico in cui si parla di emigrazione in termini di problema ed emergenza, è utile guardarsi indietro per recuperare i valori di integrazione e accoglienza.
Con contributi di Antonio Michelin Salomon e Alessandro Versace.