Presentazione "Don Giovanni all'ossario" di Francesco Vasarri

Altro - Evento inserito da elena

Indirizzo: L'appartamento Via dei Giraldi, 11

Data: Giovedì 12 Gennaio 20:30 - 23:00

Descrizione

L’appartamento vi invita alla
PRESENTAZIONE-READING DI DON GIOVANNI ALL’OSSARIO
(Francesco Vasarri, Don Giovanni all’ossario. Poesie, Riflessione critica di Bruno Moroncini, Immagine di Paolo Cavinato, Verona, Cierre Grafica – Anterem Edizioni, «Opera prima. Collana di poesia», 2016)
Reading dell’autore: Francesco Vasarri
Presenta: Oleksandra Rekut (Dottore di ricerca in Italianistica)
Don Giovanni all’ossario è edito nella collana di poesia «Opera Prima» curata da Flavio Ermini per Cierre Grafica – Anterem edizioni. Come spesso accade in poesia, il suo argomento è in parte un pretesto per parlar d’altro, per far cadere accanto alla maschera il riflesso di un volto di cui non si sostiene lo sguardo. Don Giovanni, le sue donnine, il convitato di pietra sono le figure di un teatrino colpevole, dove il trucco finisce per stingere e macchiare le mani. Vorrebbero essere le chiavi condivise per misurare il freddo del dopo-desiderio: quello spazio di nessuno, a volte oscuramente post-bellico, che si stende oltre le immagini dell’amore e con vanto da obitorio le cataloga. Tra ironia e dolore, nella sincerità della recita, le poesie della raccolta scorrono con la precisione delle biglie, ma hanno – o si augurano di avere – qualche pezzetto di vetro sfuggito al liscio della lima.
«Un mito, secondo Levi-Strauss, è l’articolazione ʽselvaggiaʼ di una contraddizione logica, e le sue varie versioni rappresentano i tentativi ripetuti di trovare il modo migliore per riuscire a scioglierla. Dal momento però che una contraddizione non si scioglie, ma al massimo si sgrana e si edulcora, le versioni tendono a essere infinite e, se all’improvviso non ce ne sono più, ciò accade solo per esaurimento, psichico e mentale. Ultima, ma solo in ordine di tempo, la versione di Francesco Vasarri ha il merito di esporre la contraddizione che il mito di Don Giovanni elabora bloccando la scappatoia attraverso la quale cercava di diventare maneggevole ed edificante: sostituendo l’inferno – un luogo in fin dei conti non di morte ma di vita; pieno di desideri e passioni, di ricordi e di rimpianti, di dolore e contro ogni evidenza di speranza – con l’ossario, racchiude in una sola immagine il darsi simultaneo del desiderio e della sua perdita, della ricerca del godimento a ogni costo e del suo inevitabile scacco».
Bruno Moroncini – Il desiderio ridotto all’osso.
Vi aspettiamo!!!

Per maggiori informazioni: http://www.facebook.com/event.php?eid=2064359177123984

Altri eventi di Giovedì 12 Gennaio:

Pubblicità:

Posizione sulla mappa

Pubblicità:

Commenti

Seguici su:
News dai locali:
Eventi in primo piano:
I nostri Articoli
MaMa Florence, la nuova scuola di cucina a Firenze In tema di mangiare e bere bene, vogliamo segnalarvi MaMa Florence, la nuova scuola di cucina a Firenze. E’ uno spazio pensato per fare corsi di cucina a differenti livelli, per esplorare prodotti e materie prime, tecniche e sapori. vai»
B-Roof e B-Green, le nuove location esclusive per cene ed eventi nel centro di Firenze L'inaugurazione del Ristorante panoramico B-Roof, avvenuta il prossimo 26 giugno con un evento privato di presentazione per la stampa e gli addetti ai lavori, è la prima tappa di una profonda operazione di rebranding e riposizionamento che il gruppo Carattere Toscano ha intrapreso nell'ultimo anno. vai»
Foto dal telefonino
Giovedì 20 Luglio 2017 al Lungarno 23 per un Hamburger di qualità! vai»
Giovedì 20 Luglio 2017 al Lungarno 23 per un Hamburger di qualità! vai»
Giovedì 20 Luglio 2017, una passeggiata notturna nella splendida Firenze estiva vai»
26 Giugno 2017, serata di inaugurazione del B-ROOF a Firenze vai»
Venerdì 16 Giugno 2017 al Braumeister per una buona birra e un po' di stuzzichini tedeschi sulla piacevole la pedana estiva. Al Braumeister trovate una delle più ampie selezioni di birre a Firenze. vai»
Venerdì 9 Giugno 2017 all'Off Bar per una bevuta, uno degli spazi estivi più piacevoli e frequentati di Firenze vai»